Hausmusik

LA VOCE DI CHI RAGIONA

San Dorligo della Valle

San Dorligo della Valle

Di ogni concerto Hausmusik vengono annunciati il programma, gli interpreti, l’orario e la località in cui avrà luogo.
Ci si può prenotare inviando una mail all'indirizzo hausmusik@wunderkammer.trieste.it oppure telefonando al numero 370 3071812 , attivo dal lunedì al venerdì dalle 17:00 alle 19:00.

Per sostenere i giovani musicisti e l'iniziativa abbiamo adottato anche quest'anno la formula dell'INGRESSO RESPONSABILE. Al momento della prenotazione si potrà scegliere un'oblazione volontaria di 5, 10 o 20 euro. 

Il giorno prima del concerto, un invito personale dei padroni di casa comunica l’indirizzo esatto, fino ad allora segreto.

LA VOCE DI CHI RAGIONA

Sabato, 21 Settembre 2019

Ore: 20:30

Jacopo Peri 1561 - 1633
Io che d’alti sospir vaga e di pianti
La Tragedia, Prologo dell’ “Euridice” - Firenze 1600

Anonimo (att. Jacopo Peri 1561 - 1633)
Porto celato il mio nobil pensiero
Biblioteca del Conservatorio “B. Marcello”, Fondo Torrefranca A.128 - Venezia

Girolamo Dalla Casa ? - 1601
Anchor che col partire
Diminuzione alla viola bastarda sul madrigale di Cipriano De Rore
Il vero modo di diminuire con tutte le sorti di stromenti di fiato et corda et voce humana - Venezia 1584

Jacopo Peri 1561 - 1633
Tutto il dì piango
Varie Musiche - Firenze 1609

Giulio Caccini c.1550 - 1618
Movetevi a pietà
Nove Musiche -Firenze 1602

Diego Ortiz 1510 - 1570
Recercada primera sobre la cancion O felici occhi miei 
Tratado de glosas - Roma 1553

Jacopo Peri 1561 - 1633
Al fonte al prato
Varie Musiche - Firenze 1609

Jacopo Peri 1561 - 1633
Lungi dal vostro lume
Varie Musiche - Firenze 1609

Anonimo (att. Jacopo Peri 1561 - 1633) 
Interrotte speranze
Biblioteca del Conservatorio “B. Marcello”, Fondo Torrefranca A.128 - Venezia

Giovanni Bassano 1558 - 1617
Ricercata terza
Ricercate, passaggi et cadentie - Venezia 1585

Giulio Caccini c.1550 - 1618
Sfogava con le stelle
Nove Musiche - Firenze 1602

Jacopo Peri 1561 - 1633
Miei giorni fugaci
Varie Musiche - Firenze 1609

Jacopo Peri 1561 - 1633
Anima, oimè che pensi
Varie Musiche - Firenze 1609

Diego Ortiz 1510 - 1570
Recercada primera sobre la cancion Doulce Memoire
Tratado de glosas - Roma 1553

Giulio Caccini c.1550 - 1618
Al fonte al prato
Nove Musiche - Firenze 1602

“...feci muovere il Basso al tempo di quegli, or più or meno secondo gli affetti, e lo tenni fermo tra le false e le buone proporzioni, finché scorrendo tra le varie note la voce di chi ragiona, arrivare a quello che nel parlare ordinario intonandosi, apre la via a nuovo concetto.”

Così scriveva Jacopo Peri nella prefazione della sua opera “Euridice” del 1600, e colpisce la poetica bellezza dell’immagine di una musica ricamata come un pizzo prezioso intorno a la voce di chi ragiona, una voce intesa in questo programma sia come la linea melodica del cantante che declama il testo, che come l’espressione di quel ragionamento a voce alta, del rimuginio su un’idea fissa, del parlare da soli interrogandosi sui propri sentimenti, tipico degli innamorati.

Seguendo questo fil rouge la viola da gamba propone diminuzioni virtuosistiche sulle melodie di madrigali amorosi famosi sul finire del XVI sec. e all’inizio del successivo, quasi a volerle considerare “ragionamenti” su brani preesistenti, ed echeggiando l’espressività dei timbri delle voci umane in un’alternanza di sentimento, lucidità, esaltazione e tristezza che, anche espressa in italiano antico, è tutt’oggi straordinariamente quotidiana.

Pyrigon

Caterina Chiarcos - soprano

Iris Fistarollo - viola da gamba

CATERINA CHIARCOS

Dopo studi di Violoncello si è diplomata con il massimo dei voti e la lode in Canto Rinascimentale e Barocco con Cristina Miatello presso il conservatorio “B. Marcello” di Venezia, perfezionandosi nella prassi del repertorio barocco con Lia Serafini, Ghislaine Morgan, Emma Kirkby, Guido Morini e Alessandro Quarta.

E’ attualmente iscritta al biennio superiore di Musica Medievale con Claudia Caffagni presso la Scuola Civica di Musica “C. Abbado” di Milano.

Si è esibita in rassegne e festival internazionali di musica antica tra cui “Musikàmera” del Gran Teatro La Fenice, i “Concerti per il Mercoledì delle Ceneri” della Fondazione Levi di Venezia, “I Pomeriggi musicali” del Teatro dal Verme a Milano, la stagione di musica antica 2018 e 2019 della Società del Quartetto di Milano, “MiTo”, “Grandezze&Meraviglie” a Modena e Ferrara, “Chateaux en Musique” in Val d’Aosta, il Festival sv. Marka di Zagabria (CZ), “Trigonale 2016” in Maria Saal (AU), “Musik und Kirche” e “Geistliche Abendmusik” a Innsbruck.

Membro fondatore degli ensemble “La Morsure” e “Pyrigon”, collabora con vari ensemble di musica antica in Italia, Austria e Germania tra cui “Teatro Armonico” di Vicenza, “InUnum Ensemble” di Vittorio Veneto, la Cappella Claudiana di Innsbruck, l’ensemble tedesco “Heidelberg 1524” e il gruppo veneziano di musica armena “Edesse Ensemble”. Già membro della Cappella Marciana della basilica patriarcale di San Marco in Venezia, dal 2015 fa parte dei Solisti della stessa, sotto la direzione di Marco Gemmani.

Dopo la recente uscita della “Messa Se la face ay pale” di Guillaume Du Fay per Amadeus, ha attualmente in produzione un’incisione di salmi e mottetti di Giovanni Legrenzi per il Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum di Innsbruck; nel 2019 inoltre ha curato l’edizione secondo fonti originali di “Jacopo Peri? Due madrigali per soprano e tiorba” per Armelin Musica.

IRIS FISTAROLLO

Nata nel 1994, inizia gli studi di viola da gamba nel 2010 al Conservatorio “G.Verdi” di Torino; nello stesso anno segue i corsi della “SMAV Scuola di Musica Antica” a Venezia, dove si trasferisce nel 2011 al Conservatorio “B.Marcello” nella
classe di C.Contadin; nel 2016 viene ammessa alla “Scuola Civica C. Abbado” di Milano, dove si è diplomata col massimo dei voti e continua a studiare, sotto la guida di Rodney Prada; studia due anni violoncello barocco sotto la guida di Gaetano Nasillo presso il Conservatorio di Novara.

Partecipa alle molteplici produzioni del Conservatorio di Venezia, tra cui i “Concerti per il giorno delle Ceneri”, in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi e l’Associazione Chorus; collabora per vari concerti nel Triveneto con molteplici ensemble, in varie chiese e palazzi veneti, come il gruppo “Venetia Antiqua – Venice Music Project” nella Chiesa anglicana di St.George a Venezia; partecipa ad un ciclo di concerti con la Hochschule di Würzburg, in Baviera, sotto la guida di Friederike Heumann; nel 2012 e 2014 partecipa al Laboratorio di Musica Barocca del Consorzio dei Conservatori del Veneto.

Collabora in numerosi concerti con la “Cappella Marciana” della Basilica di San Marco, diretta da Marco Gemmani. Ha inciso nel 2016, con l’ensemble “De Labyrintho” di Walter Testolin, il CD “Imago: Virgilio nella musica del Rinascimento”, per la casa discografica Stradivarius, in collaborazione con l’Accademia Nazionale Virgiliana di Mantova, e presentato in concerto nel Teatro Bibiena. Partecipa a molteplici seminari della Scuola Civica “C.Abbado”, tra cui il progetto “Musica di autori anonimi nel Codex Reina” e “Il mottetto in Italia da Marchetto da Padova a Guillaume Du Fay”, suonando la viella, sotto la guida di Claudia Caffagni e la Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, presentato nella sede della Fondazione e al Castello Sforzesco di Milano; partecipa alle stagioni di concerti della Civica Orchestra Barocca, tenutisi al Castello Sforzesco, diretti da Guido Morini, Daniele Bragetti, Lorenzo Ghielmi, Pietro Modesti. Si esibisce in varie occasioni in luoghi prestigiosi come le basiliche di San Marco, dei Frari, e la Chiesa dei Carmini a Venezia, la Basilica di San Pietro in Vaticano, il Teatro Olimpico di Vicenza, la Chiesa di San Fermo Maggiore a Verona, la Sala dei Giganti di Padova, la Chiesa di San Carlo a Modena, il Palazzo del Collegio Raffaello ad Urbino, Palazzo Marino e il Duomo di Milano. Nel 2018 diventa membro dell’Ensemble Didone Abbandonata, con cui partecipa al primo progetto discografico su musiche di Couperin ed ai concerti di promozione del CD.

Si perfeziona con Paolo Pandolfo, Juan Manuel Quintana e Friederike Heumann e Gaetano Nasillo nei corsi di Urbino, Rasteau e Neuburg an der Donau.

Suona una viola basso a sette corde, modello Bertrand, costruita nel 2013 da E.Passiatore.

 

 

Sincronizza il tuo calendario con l'appuntamento wunderkammer --> Scarica il file iCal