Concerti

ROLF.JPG

Teatro Miela

Piazza Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi, 3

Trieste

http://www.miela.it/

INFO E PRENOTAZONI TEATRO MIELA (040 365119)
Intero € 10 / Ridotti: AmiciWK €7, GiovaniWK e SostenitoriWK €5.
Prevendita biglietti tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00,

anche online su  www.vivaticket.it e in tutti i punti e vendita associati
I biglietti disponibili potranno essere acquistati anche all’ingresso dello spettacolo.

SCARAMANZIA | Rolf Lislevand

Martedì, 20 Novembre 2018

Ore: 20:30

Rolf Lislevand chitarra barocca, arciliuto e chitarrone

Per scaramanzia si fanno molte cose. Per evitare la mala sorte ripetiamo spesso gesti o parole che affondano le loro origini in un passato tanto lontano da essere ormai incomprensibile. Gesti che fanno parte però di un presente continuo, moderni perché ancora vivi, anche se basati sull’antico. Ed è esattamente questo che succede con le musiche che compongono gran parte di questo programma: i bassi ostinati. Melodie o concatenazioni armoniche preesistenti, ovvero degli “standard” come si dice oggi, ripetute per tutto il brano, che fungono da pretesto per costruire delle variazioni, delle improvvisazioni. Le melodie originali alle volte sono dimenticate o sono nascoste, qualche volta incomprensibili, ma la musica composta sopra di esse è fresca e immediata, e allontana il pensiero del tempo che passa.

ROLF LISLEVAND
Nato nel 1961 a Oslo, Rolf Lislevand studia chitarra classica in Accademia di Musica dello Stato Norvegese. Durante i suoi studi, si esibisce regolarmente con la chitarra elettrica; il che gli porterà esperienza preziosa nell’improvvisazione e che segnerà profondamente il suo tocco nel linguaggio musicale e nell’approccio con la musica antica. In seguito entra nella Scuola Cantorum Basiliensis dove prosegue i suoi studi con H.Smith e E.Dombois prima di essere invitato dal maestro Jordi Savall a collaborare con Hespèrion XX, La Capella Reial de Catalunya e Le Concert des Nations. Acquista una perfetta conoscenza della musica francese del XVII secolo con il maestro spagnolo e sarà Monserrat Figueras che gli farà scoprire la musica vocale spagnola del XVI e XVII secolo.

Nel 1987, si stabilisce a Verona, in cui cerca di ricostruire in maniera autentica di suonare la musica italiana della prima metà del seicento. Forma il gruppo Ensemble Kapsberger e dal 1993, le sue registrazioni sia con il gruppo che come solista escono sotto l’etichetta AUVIDIS/NAIVE.

Il suo primo disco, dedicato a Hieronymus Kapsberger, si vede attribuito il “Diapason d’Or dell’ anno 1994”; il MIDEM, a Cannes, lo ricompensa con il “Migliore Disco di musica strumentale prima del 1650” e Gramophone lo elegge “Critic’s choice”. Con gli album “Encuentro”, “Codex” e “Alfabeto”, Rolf Lislevand prosegue con la sua idea di un’interpretazione basata su un equilibrio sottile tra la ricerca musicologica la piu attuale, e l’ispirazione e la creatività di un musicista con una cultura musicale euopea del XXI secolo, sforzandosi il piu possibile di restare attinente allo stile supposto autentico dell’epoca.
Con l’ensemble Kapsberger, propone delle nuove concezioni artistiche delle musica strumentale del XVII secolo, come una revisione della tradizione attuale della musica antica. La sua interpretazione delle opere come Kapsberger, Santiago de Murcia, Gaspar Sanz hanno dato una nuova spinta a tutta una generazione di musicisti.

Contemporaneamente al suo lavoro con il gruppo, realizza la visione per repertorio da solista di liuto e chitarra con dei CD dedicati a J.S. Bach, Sanz e la scuola francese liutistica del XVII secolo e s’impone come uno dei liutisti di referenza della nostra epoca, riconosciuto da numerose critiche e premi discografici.

Spinto dalla sua ispirazione e dalla curiosità , collabora con importanti interpreti dai multipli orizzonti musicali lavorando con orchestre barocche(come direttore), jazz, flamenco, musica popolare, araba, orientale e musica contemporanea.

Da 2006 Lislevand collabora con la prestigiosa casa editrice ECM. Col CD Nuove Musiche si definisce un importante nuova direzione nell repertorio della musica antica,introducendo la improvvisazione e i elementi ritmici come nuovi elementi nel loro interpretazione – sempre seguendo lo spirito dell’autenticità!

Lislevand si occupa attivamente della sua classe di musica antica a Trossingen dove sviluppa un concetto d’insegnamento che corrisponde ad uno spirito di tempo diverso dal nostro, in accordi con un idea umanistica dell’uomo e della sua espressione artistica.

 

 

Sincronizza il tuo calendario con l'appuntamento wunderkammer --> Scarica il file iCal